Per lo sport 2015: Silvia Marangoni

Silvia MarangoniSilvia Marangoni nasce ad Oderzo, in provincia di Treviso, il 20 settembre 1985.
Comincia a pattinare all’età di tre anni in una pista di cemento nell’opitergino. I primi titoli per Silvia arrivano nel 1996 con la conquista della medaglia d’oro sia ai campionati italiani che a quelli europei. Fino al 2001 gareggia sia in coppia che in singolo; nel 2002 cambia specialità e dalle otto rotelle classiche passa al pattinaggio artistico inline. È l’inizio di una carriera straordinaria: 10 mondiali e 11 europei dal 2002 che la rendono l’indiscussa regina della specialità.
Nel dicembre 2011 entra nel Corpo della Polizia Penitenziaria dopo aver superato il concorso dall’anno successivo, entra ufficialmente nel gruppo sportivo delle Fiamme Azzurre. nell’ottobre 2012 diventa Agente Scelto per meriti sportivi dopo la vittoria del 9° titolo mondiale.
Nel 2012, inoltre, riceve il premio di atleta femminile dell’anno 2011 insieme a Valentina Vezzali e Federica Pellegrini.
Nel 2013 riceve il titolo di COMMEnDATORE DELLA REPUBBLICA e vince il GOLDEn KInG, un riconoscimento consegnato ai re dello sport italiano evento realizzato da Rai Sport a Conegliano. Silvia Marangoni, inoltre, è impegnata in diverse iniziative benefiche ed eventi di solidarietà.
Dal 2013 fa parte degli XI di Marca, l’associazione di cui Marco Varisco è presidente, che raggruppa imprenditori (Benetton e Pinarello) e sportivi del trevigiano (Riccardo Pittis, Lorenzo Bernardi, Marzio Bruseghin) che attraverso eventi benefici raccoglie fondi da donare alle associazioni del territorio, in particolare per bambini disabili ed autistici.
Lo scorso 15 dicembre 2014 Silvia è stata insignita della massima onorificenza sportiva del Coni, il COLLARE D’ORO, che le è stato consegnato direttamente dal Presidente Giovanni Malagò e dal Presidente Matteo Renzi.
Quest’anno, il 19 settembre a Calì, in Colombia, ha vinto l’undicesimo titolo mondiale.
All’ultima Assemblea di Unindustria di Treviso il Presidente Matteo Renzi ha voluto incontrarla personalmente per invitarla a Palazzo Chigi nei prossimi mesi per darle un riconoscimento insieme al presidente del Coni, Giovanni Malago’.
Il suo sogno sarebbe quello di partecipare alle Olimpiadi, ma purtroppo il pattinaggio artistico non fa ancora parte delle discipline ammesse ai Giochi.

Lascia un commento