PREMIO RADICCHIO D’ORO 2014 – per l’enogastronomia: Alessandro Marzo Magno

Alessandro Marzo MagnoAlessandro Marzo Magno è uno scrittore e giornalista nato a Venezia un giorno di settembre del 1962.
Laureato in storia, ha lasciato presto la città natale per Vicenza, Trieste (dove ha conosciuto la moglie che poi gli ha dato due figli), Gorizia e Vienna, alla fine si è trasferito a Milano, dove vive tuttora.
Come giornalista è stato più volte nei Balcani durante il conflitto che ha dilaniato l’ex Jugoslavia dal 1991 al 2001. Ha lavorato in vari quotidiani, quindi è stato per dieci anni il responsabile degli esteri del settimanale “Diario”. Ora collabora con “Focus Storia” e con la pagina food del sito del “Sole 24 Ore”.
Scrive libri, ne ha pubblicati undici. Del 2013 L’invenzione dei soldi. Quando la finanza parlava italiano, si è rivelato un successo oltre ogni aspettativa. Nell’aprile di quest’anno è uscito “Il genio del gusto. Come il mangiare italiano ha conquistato il mondo” per le casa editrice Garzanti con la quale aveva già pubblicato “L’alba dei libri. Quando Venezia ha fatto leggere il mondo (2012), entrambi alla quinta edizione. Precedentemente ha pubblicato La guerra dei dieci anni. Jugoslavia 1991-2001; Venezia degli amanti. Epopea dell’amore in 11 celebri storie veneziane.; Piave. Cronache di un fiume sacro; Venezia. I Turchi e la distruzione del Partenone.
Come testimonia l’ultimo libro, nel quale parla della cucina delle corti dal Medioevo ai Savoia, della cucina contadina e borghese, di locande, osterie, ristoranti stellati e delle eccellenze gastronomiche italiane , Alessandro apprezza il buon vino e la buona tavola. Gli altri -si dice- apprezzano la sua cucina, soprattutto il risotto.

Lascia un commento